Centro residenziale

La casa

Chi non vive più nel proprio contesto familiare necessita di un ambiente caldo, accogliente, che abbia le caratteristiche di un focolare domestico e che, come la propria casa di provenienza, permetta quei piccoli agi, anche ozi e vizi, che comunque ogni persona riserva alla propria intima serenità. Le funzioni legate all’autonomia nel centro residenziale rispecchiano proprio le mille azioni quotidiane concatenate fra loro nei vari momenti importanti dell’igiene personale, dell’alimentazione, dell’abbandonarsi. Chi esce per frequentare la scuola o gli altri centri, “torna a casa”, con tutto il carico emozionale che questa proiezione implica; lavorare per l’autonomia nel centro residenziale significa anche confrontarsi con la mancanza degli affetti familiari, o con la rabbia di essere condotti fuori dal proprio contesto abituale di vita, comunque con una somma di sentimenti, ansie, emozioni da raccogliere e tenere sotto stretto controllo. La diversità di ogni persona e della sua storia rende oneroso il lavoro dell’operatore, che deve tutelare, oltre al proprio grado di coinvolgimento emotivo, il “tesoro” di ogni persona affidata al centro, in modo da potere rimettere a disposizione della persona le emozioni e contenere i pezzi spesso disgregati della sua storia.

Il Servizio Socio Riabilitativo Residenziale è una struttura socio-sanitaria a carattere residenziale destinata a cittadini portatori d’handicap. L’accoglienza di utenti di età inferiore alla fascia dell’obbligo scolastico è da considerarsi eccezionale e comunque non possono essere accolti soggetti di età inferiore ai 14 anni.

Il servizio ha come finalità la gestione di interventi mirati e personalizzati idonei all’acquisizione e/o al mantenimento di capacità comportamentali, cognitive ed affettivo-relazionali favorendo l’integrazione sociale ed il mantenimento di garanzie relazionali in sostituzione o ad integrazione di quella familiare.

Il centro Socio Riabilitativo Residenziale fornisce ospitalità ed assistenza a cittadini che, per le caratteristiche del loro handicap necessitano di assistenza continua e risultano privi del necessario supporto familiare o per i quali la permanenza continuativa nel proprio nucleo familiare sia valutata temporaneamente o definitivamente impossibile o contrastante con il percorso individualizzato. Il servizio Socio Riabilitativo Residenziale attua interventi volti all’acquisizione della autonomia nelle attività quotidiane, al potenziamento delle capacità cognitive e relazionali ed attiva strategie per l’integrazione sociale. Il servizio Socio Riabilitativo Residenziale è aperto 24 ore su 24 per tutta la durata dell’anno. Il servizio Socio Riabilitativo Residenziale accoglie attualmente 8 ospiti.

Il servizio di Pronto Soccorso fornisce ospitalità ed assistenza a cittadini che, per le caratteristiche del loro handicap, necessitano temporaneamente di assistenza a sostegno del lavoro di cura familiare o per arginare complicazioni ritenute contrastanti con il percorso individualizzato. Di norma gli interventi sono appoggiati al servizio Socio Riabilitativo Residenziale e Diurno ed hanno una durata molto limitata nel tempo, in quanto mirati a porre rimedio immediato a situazioni di crisi e non a dare risposta definitiva ai bisogni.
Il servizio di Pronto Soccorso è aperto 24 ore su 24 per tutta la durata dell’anno. Il centro di Pronto Soccorso accoglie di norma fino ad un massimo di 2 ospiti.

Nel servizio Socio Riabilitativo Residenziale e nel Servizio di Pronto Soccorso è garantita un’assistenza tutelare diurna e notturna, la somministrazione dei pasti, l’assistenza agli ospiti nell’espletamento delle normali funzioni quotidiane. Sono inoltre mantenute tutte le attività polifunzionali del servizio socio riabilitativo diurno.

Le prestazioni sanitarie sono programmate con il medico di base degli ospiti della struttura ed è inoltre prevista la pronta reperibilità in relazione ad esigenze sanitarie urgenti.

E’ stimolata la relazione con la famiglia di origine o le altre figure parentali; questa forte interazione con la realtà di origine assume un significato rilevante per tutti gli ospiti, in quanto è volta a promuovere la responsabilizzazione di eventuali congiunti e la disponibilità di questi ad accogliere il parente anche con frequenza settimanale o comunque periodica.

Sono cercate e favorite le occasioni di interazione col territorio.